porta tovaglioli

Come progettare dei menu ristorante

Un menu ben progettato può essere uno strumento di marketing incredibilmente potente. Come ogni altro lavoro stampato, il menu deve descrivere la personalità e i valori del tuo ristorante attraverso il suo design, ma anche dettagli sui tuoi prodotti e tentare i tuoi clienti a scegliere i tuoi migliori e più vantaggiosi opzioni. Abbiamo esaminato la psicologia del design dei menu per scoprire come mettere insieme un menu di successo e ispirare i tuoi clienti a comprare di più …

Colore

I colori utilizzati su un menu possono dare una grande impressione al cliente. L’importanza del colore nel marketing è fondamentale può suscitare emozioni nello spettatore. Ad esempio, il colore rosso può essere utilizzato per stimolare l’appetito e il colore verde può essere associato a opzioni sane. Anche se il tuo marchio può avere già uno schema di colori, sarebbe utile considerare l’impatto emotivo di questi colori e analizzare come funzionano nel menu.

Il colore può anche essere utilizzato per evidenziare un piatto specifico che si desidera promuovere o per raggruppare una selezione di piatti insieme. Se avete una sezione vegetariana nel menu, questo può essere identificato facilmente dal cliente evidenziando in verde.

font

Il font utilizzato nei tuoi stampati vuol dire molto sul tipo di attività che si svolge. Il font utilizzato nel disegno del menu dovrebbe essere coerente con tutta la tua immagine dell’attività e dovrebbe suggerire il tipo di atmosfera e di cibo che i tuoi clienti possono aspettarsi. Si noti che alcuni tipi di carattere suggeriscono caratteristiche distintive, ad esempio un carattere dello stile di script può essere associato a marchi di lusso.

È inoltre importante assicurarsi che il menu sia facile da leggere. Le lettere in stile troppo elegante possono diminuire dal piatto stesso e rendere difficile per il cliente di capire cosa ordina. Scegliere un semplice carattere facile da leggere per i piatti e sperimentare di piùStyled Lettering nelle tue intestazioni.

disposizione

Il layout di un menu può aiutare a guidare gli occhi del tuo cliente intorno alla pagina, rendendo la loro selezione più facile e attirando l’attenzione sul tuo piatto di firma. In generale, quando viene presentato con un menu non leggiamo tutte le opzioni dall’alto verso il basso,

Il layout di un menu può aiutare a guidare gli occhi del tuo cliente intorno alla pagina, rendendo la loro selezione più facile e attirando l’attenzione sul tuo piatto di firma. In generale, quando viene presentato con un menu non leggiamo tutte le opzioni dall’alto verso il basso, invece, spazzare rapidamente la pagina, prima di tornare a guardare in dettaglio. Possiamo identificare le intestazioni nella scansione iniziale, ad esempio “hamburger, insalate, pizze” e poi tornare indietro con un’idea vaga di quello che vorremmo ordinare.

Uno studio sul movimento tipico dell’occhio su un menu ha rivelato che tendiamo a guardare al centro del menu innanzitutto, poi all’angolo in alto a destra, a sinistra e poi diagonalmente verso il basso. Di conseguenza, il centro del menu viene scansionato più di una volta. È utile considerare questo movimento dell’occhio quando si presenta il menu e attirando l’attenzione su piatti particolari. È anche possibile disegnare l’occhio da questo solito movimento accentuando determinate sezioni o piatti con un carattere più grande o un colore distinto.

Oltre a ciò, gli studi dimostrano che la gente può richiamare più accuratamente il primo e l’ultimo elemento di un elenco – questo è chiamato Effetto della posizione seriale . Pertanto, mettere i piatti più redditizi nei primi e negli ultimi posti che il vostro cliente potrà guardare può aiutarli a stare in mente.

prezzi

La strategia dei prezzi è un’arte in sé e l’intervallo di prezzo che scegliete per i tuoi piatti dovrebbe essere rilevante sia per il mercato che si desidera che per il targeting e per la qualità del cibo che ti serve. Tuttavia, la visualizzazione di un certo piatto nel menu a un prezzo più elevato del resto può far sì che i clienti lo visualizzino come opzione di lusso. I clienti che stanno celebrando o in cerca di trattare se stessi spesso optano o il piatto più alto prezzo. Oltre al prezzo più elevato, è possibile fare questa opzione a distinguersi con una descrizione estremamente lunga e un colore o un contorno contrastanti.

Molti ristoranti scelgono di rimuovere il simbolo £ dai loro menu interamente al fine di rendere il cliente dimenticato che stanno spendendo soldi. C’è stata anche una tendenza recente per arrotondare un prezzo in su o in basso per rimuovere il punto decimale, rendendo il menu più semplice e più semplice. Ad esempio, un semplice ‘€ 9’ è in qualche modo più facile per l’occhio di ‘€ 9.00’.

scelte

Molti menu ora optano per dare meno opzioni in modo da non affrontare i loro clienti. Quando date molte opzioni, spesso ci sentiamo confusi e lottiamo per prendere una decisione. Questo può essere basato sulla teoria psicologica ” Il paradosso della scelta ” che afferma che le scelte più con cui ci troviamo di fronte, tanto più ansioso ci sentiamo. Pertanto, se vogliamo che i nostri clienti si sentano rilassati e prendano rapidamente la loro decisione, dovremmo stare attenti a non andare avanti con le opzioni. Tuttavia, se presentato con poche scelte possiamo non trovare un’opzione che vogliamo. Come regola generale, un ottimo menu dovrebbe dare priorità alla qualità della quantità.

carta

Il modo in cui il menu si sente nelle mani del cliente li indurrà a sottoporre inconsciamente conclusioni sul ristorante – il cibo, la qualità e l’esperienza complessiva. Pertanto, prendere in considerazione la scelta della carta con attenzione. Forse stai iniziando un ristorante fast-food in cui i clienti non si aspettano menù di lusso. Tuttavia, se il tuo ristorante è più di fascia alta, una carta di alta qualità è un must. Molto simile al disegno visivo, il tatto della carta dovrebbe adattarsi al tuo marchio.

dieci comandamenti

Allen Kelson, un rinomato consulente del ristorante, ha scritto i Dieci Comandamenti per i menu del ristorante nel 1994. Mentre le tendenze si sono spostate in avanti, il principio di questi comandamenti è ancora rilevante e sarebbe utile per rivedere quando si progetta il proprio menu. I comandamenti di Allen Kelson leggono come segue;

  1. Parla chiaramente – Utilizza parole che la gente può capire.
  2. Dite cosa è importante – Ricorda qualcosa di unico sul piatto. Questo è il momento di mostrare i tuoi piatti! Assicurati di specificare cosa rende speciale il pasto.
  3. Non abbiate paura di essere descrittivi – Utilizzate opere descrittive per aiutare il cliente a immaginare il piatto.
  4. Diglielo correttamente – essere il più accurato possibile
  5. Meno è più – Tenere le descrizioni breve ma entusiasmante
  6. Mantenere un senso di prospettiva – Raccomanda solo due o tre opzioni per categoria
  7. Spell correttamente – Controllare sempre errori di ortografia e grammatica. Assicurarsi che questi siano srotolati prima che il menu venga stampato. Non c’è niente di peggio di 500 menu tutti con lo stesso errore.
  8. Descrivere gli accompagnamenti – Le descrizioni devono supportare l’elemento principale – ma tenere le descrizioni
  9. Punteggiare correttamente – Utilizzare aggettivi aggravati.
  10. Seguire le regole della tipografia – Utilizza il tipo, il colore e la dimensione appropriati per soddisfare il tuo brand.

In sintesi, un ottimo menu mostrerà chi sei come azienda mentre agisce come una vetrina per attirare il tuo cliente con i tuoi piatti deliziosi. Prendi in considerazione attentamente il tuo layout e il tuo schema di colori e potresti vedere una grande spinta nelle vendite del tuo piatto d’autore.

Speriamo che questo post ti abbia dato qualche guida e ispirazione su come creare un menu per il tuo ristorante. Hai suggerimenti di progettazione del menu che desideri condividere? Fateci sapere su Facebook o Twitter!