Tutto quello che c’è da sapere sulla psicologia dei font

Proprio come il colore, i caratteri che si utilizzano nel vostro marchio sono in grado di comunicare molto sulla tua attività. Quindi, come si fa a scegliere quello giusto? Abbiamo fatto qualche ricerca per capire come i diversi tipi di carattere fanno impressione sullo spettatore, e come utilizzarli per trarne vantaggio.

 

L’importanza di scegliere il font giusto

Non appena un cliente si presenta con un pezzo di marchio visivo, fanno giudizi istantanei su tale società. Abbiamo inconsciamente in discussione ciò che le immagini di fronte a noi significano e prendere decisioni istantanee. Questo può essere basato sulla nostra psicologia innata, l’esperienza passata con marchi e il materiale promozionale che ci circondano nella vita quotidiana. Che cosa fanno altre marche con questo tipo di carattere? Che cosa si associa? Ad esempio, se si vede un logo con un tipo di carattere vorticoso stile di script, si potrebbe pensare al lusso, eleganza e tradizione. Considerando che un carattere in grassetto può ricordarci in modo incisivo il marchio.

 

Tipi di font

I caratteri sono suddivisi in quattro principali categorie di stile – font, font Sans lastra, caratteri di script e font serif. 

Font serif sono i caratteri con linee decorative aggiunte alle estremità di ogni carattere. Questo stile è spesso usato in grandi corpi di testo dato che è  più facile da leggere. Tuttavia, font serif sono utilizzati piccoli nei loghi (il più famoso utilizzato da Google).

Sans caratteri sono caratteri che non utilizzano serif, come Helvetica e Arial. Di tutti i tipi di carattere ‘Sans’, come l’Helvetica sembra essere il più utilizzato. Anche se la ricerca creativa punta per qualcosa di diverso!

Font Slab sono caratterizzate dalla stile serif in grassetto. Esempi di font sono Rockwell e Courier. Il famoso logo Yahoo! è stato progettato utilizzando un font stile Slab.

Caratteri di script si basano sullo stile che scorre sull’elegante scrittura a mano. Comunemente utilizzato da marchi come Coca Cola e Ford.

 

Come comunicare con i font?

Se avete preso in considerazione o no, il carattere che si utilizza comunicherà qualcosa di relativo alla vostra marca. Con tanta varietà è importante per contemplare ciò che si vuole trasmettere i vostri clienti. Per cominciare, sarebbe utile guardare la concorrenza e visualizzare i font che stanno utilizzando.

Ad esempio, quando si sceglie un tipo di carattere per un agenzia di viaggio, guardate le marche popolari Thomson, Thomas Cook e STA Travel.

Thomson opta per un sans serif in un rosso audace, con una semplice immagine a destra con il nome della società. Questo tipo di carattere è semplice con le lettere arrotondate in grassetto che trasmettono un tocco di divertimento. Questo è perfetto per Thomson quanto vendono per lo più le vacanze in famiglia – I clienti si ricordano che la prenotazione di una vacanza divertente, ma anche rassicura che di Thomson ci si può fidare e prendere cura di tutta la logistica.

logo di Thomas Cook è molto simile a Thomson; tuttavia, rimangono differenti con la scelta di colore. La scritta un po ‘meno arrotondata, dà più di una sensazione di relax e raffinatezza. Forse Thomas Cook sembra di indirizzare un mercato a persone in cerca di relax, mentre Thomson mira alle giovani famiglie. Questa scritta è in sincronia con l’effetto del tramonto del logo giallo che fa pensare al turista la loro prossima vacanza. Interessante se si considera quanto i caratteri a prima vista appaiono simili!

STA Travel ancora una volta utilizza un font serif sans per il logo. Tuttavia, essi scelgono per un lettering molto semplice. La lettera minuscola ‘s’ scorre perfettamente nella ‘t’. La parola ‘travel’ è poi rappresentata in stampatello. Questo logo cosi risulta moderno, divertente e serio per i viaggi. Al fianco il loro slogan ‘START ADVENTURE’ con lettere un po ‘traballanti e sottili. Questi font traballante potrebbe suggerire l’emozione e forse la tensione che si crea nella prenotazione in uno dei loro viaggio in ​​tutto Sud-Est asiatico o in Nuova Zelanda. Un modo perfetto per rappresentare il loro marchio e soddisfare il loro pubblico di giovani adulti.

 

L’emozione e associazione

Semplicemente guardando un carattere evoca emozioni e ricordi dentro di noi. Di fronte a un segnale visivo, come un tipo di carattere, la nostra mente inconsciamente richiama ricordi di immagini simili che abbiamo visto in passato. Qualsiasi emozione vissuta in questi ricordi quindi sorgere di nuovo quando ci troviamo di fronte il segnale visivo! L’emozione gioca un ruolo importante nel processo decisionale, quindi tutto ciò che può evocare emozioni è un utile strumento di marketing.

Il nostro cervello lavora per associazione. Associamo il colore rosso con urgenza e il colore blu con tranquillità, ed è una storia simile per i font. Quando vediamo un carattere classico in stile serif possiamo pensare di libri di testo o romanzi. Allo stesso modo, quando vediamo i caratteri ornati in stile copione si può pensare ad un marchio come la Coca Cola o un hotel di lusso.

il Font diventa ancora più complesso nel momento in cui abbiamo bisogno di capire le preferenze del nostro mercato di riferimento. Ovviamente, non possiamo sapere cosa preferisce ognuno dei nostri clienti a livello personale, ma semplicemente per far acquisire qualcosa di importante per la nostra attività.

 

Dimensioni e la spaziatura

Altri aspetti da considerare quando si sceglie un tipo di carattere per il marchio è la dimensione e la spaziatura che si utilizza. Estremamente grande la dimensione può catturare l’attenzione dello spettatore e trasmettere il vostro messaggio immediatamente. Considerando un font piccolo, circondato da un sacco di spazio vuoto potrebbe lavorare nello stesso modo ingannando il ​​visualizzatore a vedere il machio da vicino.

Chiedete a voi stessi, il marchio è audace? Volete che il vostro marchio diventi noto?

La dimensione è una cosa da considerare quando si tratta di leggibilità pura. La scelta di un font per il vostro logo è la sfida principale, tuttavia, analizzare il tipo di carattere sarebbe meglio usare il testo in blocchi sia sul tuo sito web o per il materiale stampato. Il carattere dovrebbe essere facile da leggere mentre si coordina con il vostro logo principale.

la Spaziatura tra i caratteri può essere utilizzato anche per creare un effetto profondo. Questa distanza può essere usata per rappresentare come il nome del marchio va pronunciato. L’aggiunta di più spazio in grado di creare un’atmosfera rilassante, provocando una lettura lenta delle parole, considerando che lettere molto vicine tra di loro possono causare una lettura veloce del marchio, rendendolo così all’apparenza eccitante, veloce, o sbrigativo.

 

Utilizzando i font a proprio vantaggio

Analizzando quello che vuoi dire sulla tua attività, cercate di capire il vostro pubblico e soltanto ricercando i vostri concorrenti ciò permetterà di fare grandi passi per la scelta di un lettering adeguato. Abbiamo chiesto ad alcuni imprenditori e titolari di aziende su come scegliere un tipo di carattere. Un Web designer ha dato il suo consiglio;

“Otterrete il massimo dalle vostre stampe quando troverete il vostro ideale cliente o pubblico. Se il pubblico è più aziendale o  business oriented, si sceglie un tipo di carattere che è classico e formale. Questo non sarebbe necessariamente il caso se il pubblico è più creativo dal momento  in cui che potrebbe rispondere bene ad una scelta di carattere nuovo un po’ diverso. Mantenere il pubblico in mente e pensare a ciò che vorrebbe vedere, a prescindere dal parere personale. ”

 

 

 

Il consiglio è particolarmente utile in quanto ci ricorda di non lasciare che il nostro parere personale sul tipo di carattere che scegliamo ci influenzi, ma che sia il pubblico a scegliere il font più adatto molto simile a come piacerebbe a noi. Dobbiamo anche considerare come il nostro font scelto verrà diffuso attraverso media diversi.

Un creativo ci ha parlato della scelta di un tipo di carattere per una carta intestata;

“Immaginate qualcuno che riceve la carta intestata.  Cercate di capire come al cliente piacerebbe riceve la vostra carta intestata per farsi che rimanga impressionato dalla vostra azienda. Conoscere la risposta a questa frase è proprio un vero obiettivo. Una volta che avete chiara l’idea di come si desidera che le persone rispondano quando lo visualizzano, basta solo trovare una giusta strada facile da raggiungere.”

Decidere su un tipo di carattere può essere un compito estremamente impegnativo. Tuttavia, ci auguriamo che questo post ti ha aiutato a prendere verso una decisione. Avete un grande esempio di utilizzo di font che desideri condividere?  Fateci sapere su Facebook o Twitter!

 

foto: https://pixabay.com/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: